ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Irlanda: giorno di riflessione in vista del referendum Ue

Lettura in corso:

Irlanda: giorno di riflessione in vista del referendum Ue

Dimensioni di testo Aa Aa

Giornata di tregua mediatica in Irlanda, dove domani tre milioni di elettori sono chiamati a esprimersi sul trattato di Lisbona.

Un voto che tiene con il fiato sospeso il resto d’Europa. Gli ultimi sondaggi hanno rilevato una situazione di sostanziale parità tra i due fronti.A fare la differenza domani saranno gli indecisi.

Ma mentre il fronte del no ha recuperato negli ultimi giorni diversi punti percentuali, tanto da catapultarsi in testa ai sondaggi, pubblicati venerdì scorso, il campo del sì sembra stagnare.

Questo malgrado l’infaticabile impegno del premier Brian Cowen che fino alla fine a bordo del suo “Yes Bus” si è speso per il trattato, consapevole che la battaglia si gioca al fotofinish.

Più penetrante la campagna del fronte del no, che ha visto in prima linea lo Sinn Fein. Agitando lo spauracchio di perdere l’autonomia in politica finanziaria, la neutralità in campo militare e che il trattato di fatto introdurrebbe l’aborto, respinto con referendum, i fautori del no al trattato di Lisbona domani potrebbero prevalere.