ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Incidente minerario in Ucrania, ritrovati ancora vivi 21 minatori

Lettura in corso:

Incidente minerario in Ucrania, ritrovati ancora vivi 21 minatori

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono stati ritrovati vivi, a ottocento metri di profondità, 21 dei 37 minatori coinvolti nell’esplosione di una miniera di carbone in Ucraina. Il bilancio provvisorio fornito dalle autorità parla di un morto e 13 dispersi.

L’incidente si è verificato nella miniera di Yenakyevo, nella regione di Donetsk, nell’Ucraina orientale, una regione carbonifera dove esistono numerose altre attività estrattive.

Al lavoro gli ospedali della zona, dove sono ricoverati i primi superstiti che erano stati recuperati in nottata.

I testimoni dello scoppio parlano di esperienza da incubo. “Siamo salvi per miracolo, grazie all’angolo di una galleria che ci ha protetto”, spiega un minatore.

“Impossibile dire quello che ho visto”, dice un altro. “Lo scoppio ha distrutto tutto ciò che era intorno, lasciandoci al buio, senza riuscire a vedere niente”.

Mentre i familiari dei minatori restano in attesa, i primi accertamenti rivelano possibili violazioni di legge. La miniera era infatti stata chiusa proprio per le inadeguate strumentazioni di sicurezza, ed erano permesse solo opere di manutenzione.