ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Solana in Georgia. L'appoggio dell'UE a Tiblisi

Lettura in corso:

Solana in Georgia. L'appoggio dell'UE a Tiblisi

Dimensioni di testo Aa Aa

Bruxelles sostiene la Georgia nella disputa sull’Abkhazia. L’Alto rappresentate per la politica estera e di difesa dell’Unione Europea Javier Solana lo ha ribadito a Batuni, sul Mar Nero, dopo un incontro con il presidente georgiano, il filo-occidentale Mikhail Saakashvili.

Le recenti decisioni della Russia (rinforzare il proprio contingente, presente in Abkhazia su mandato ONU, stabilire relazioni ufficiali con le repubbliche separatiste georgiane) hanno suscitato le critiche di Solana:

“Queste prese di posizione russe non sono sagge. Non credo che contribuiscano a risolvere il problema, fanno invece salire ulteriorimente la temperatura, che è proprio il contrario di quello di cui abbiamo bisogno oggi. La temperatura sarebbe meglio abbassarla”.

L’Abkhazia si è autoproclamata indipendente nel 1992. Il conflitto con Tiblisi si è concluso nel ’94, con un cessate il fuoco in virtù del quale la Russia ha inviato la sua forza d’interposizione. Ma il volgersi della Georgia verso ovest ha esacerbato le tensioni con Mosca.

Il mese scorso c‘è stato sì un passo avanti: il primo ministro russo Vladimir Putin ha approvato la proposta di Saakashvili di accordare una larga autonomia all’Abkhazia, poi la tensione è tornata a salire.

Il Cremlino assicura che il nuovo contingente militare è stato inviato per ragioni logistiche, tra l’altro la riparazione di alcune linee ferroviarie. Ma Secondo gli europei, la missione di peacekeeping russa dovrebbe essere rivista perché Mosca non dà più le necessarie garanzie di neutralità.