ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Shock Irlanda: al referendum sul Trattato di Lisbona potrebbe vincere il no


mondo

Shock Irlanda: al referendum sul Trattato di Lisbona potrebbe vincere il no

A sei giorni dal voto dei cittadini irlandesi sul Trattato europeo di Lisbona, in Irlanda, per la prima volta, il partito del no supera quello del si’, almeno stando all’ultimo sondaggio. L’esito della consultazione del 12 giugno torna a farsi veramente incerto.

Il 35% degli elettori sarebbe infatti intenzionato a respingere il testo. Gli aventi diritto decisi a votare a favore sarebbero il 30%. Pur scendendo di 12 punti, rimane comunque alta la percentuale degli indecisi, al 35%.

Accorso in aiuto dei movimenti pro-Trattato, il Premier irlandese Brian Cowen ha invitato i suoi concittadini a votare “sì, con entusiasmo”. L’argomento più valido a favore del sì, per il capo dell’esecutivo irlandese, è la tutela dell’occupazione: “Non abbiamo alcuna intenzione di restare con le braccia conserte lasciando che chiunque falsi il trattato o demonizzi l’Unione europea, fondamentale anche per il successo della moderna Irlanda”.

Fermo sul fronte del no lo Sinn Fein, che a livello parlamentare è l’unico partito ad essersi dichiarato contrario al testo. Cosi’ il presidente Gerry Adams: “Continuando a dire che l’Irlanda non avrà futuro se il 12 giugno il popolo voterà no e che non esiste un piano B, si sta tentando solo di spaventare i cittadini”.

In caso di vittoria dei no, l’Unione europea potrebbe entrare nuovamente nel caos.

Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Algeria