ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Hillary ha perso ma temporeggia e corteggia Obama

Lettura in corso:

Hillary ha perso ma temporeggia e corteggia Obama

Dimensioni di testo Aa Aa

Sa di aver perso, ma prende tempo e non lo ammette ancora apertamente. Ecco la strategia di Hillary Clinton che si limita a tendere la mano a Barack Obama: “E’ stato un onore competere con lui in queste primarie, così com‘è un onore per me rivolgermi a lui come ad un amico e vorrei che tutti lo riconoscessimo, assieme ai suoi sostenitori, per il gran lavoro svolto”.

Una strategia che – non è ancora chiaro – potrebbe essere non del tutto apprezzata dai suoi sostenitori. La posizione di una militante di New York: “Vorrei che fosse Vice presidente. Sarebbe stata il mio Presidente preferito, avrei voluto che lo fosse. Ma ora sosterrò Barack Obama e credo che come squadra vinceremo, e sarà una fantastica squadra, ne sono certa”.

A spiegare in modo chiaro quello che Hillary Clinton difficilmente ammetterebbe, ci pensa questo analista di Washington. “La campagna è finita. Lei ha deciso di lasciarla aperta per guadagnare influenza. Se ammettesse subito la sconfitta non avrebbe nulla da chiedere. Ora invece può dire ad Obama: potresti scegliermi come numero due, potresti pagarmi i debiti della campagna elettorale, potrestio trovarmi un buon posto alla Convention Democratica. Sta ricavando lo spazio per il negoziato”.

Hillary ha accumulato un buco enorme. Visto il calo degli sponsor, il mese scorso, per la seconda volta, aveva versando di tasca sua sei virgola cinque milioni di dollari per la campagna.