ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Al via il vertice Fao di Roma. Imbarazzo per Mugabe e Ahmadinejad

Lettura in corso:

Al via il vertice Fao di Roma. Imbarazzo per Mugabe e Ahmadinejad

Dimensioni di testo Aa Aa

Lo spettro di carestie nel terzo mondo, l’impennata dei prezzi dei prodotti agricoli, il controverso dossier sui biocarburanti. Sono alcuni dei temi che da oggi e per cinque giorni, a Roma, saranno al centro del vertice della Fao, l’organismo dell’Onu che segue le politiche alimentari.

I lavori verranno ufficialmente aperti dal presidente italiano Napolitano, alla presenza del direttore della Fao Diouf, e del segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki Moon.

La situazione drammatica di molti paesi poveri la spiega Abby Abbassian, della Fao: “Per acquistare le stesse quantità di riso o cereali dell’anno scorso, ora bisognerà spendere il doppio, visto che i prezzi sono saliti del 100 per cento”.

Il vertice ha già cominciato a far parlare di sè anche per alcuni dei suoi ospiti, piuttosto imbarazzanti. Come Robert Mugabe, presidente e padre padrone dello Zimbabwe, persona-non-grata in Europa, o Mahmud Ahmadinejad, presidente iraniano, che appena ieri ha ripetuto la sua nota minaccia a Israele, che “dovrebbe sparire dalla carta geografica”.

Anche questa volta le Ong seguiranno i lavori dando vita ad un controvertice. Per loro sul banco degli accusati c‘è la crescita esponenziale delle superfici destinate a biocarburanti, vera causa della crisi in atto.