ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vittoria netta dei conservatori macedoni, ma le violenze rovinano il voto

Lettura in corso:

Vittoria netta dei conservatori macedoni, ma le violenze rovinano il voto

Vittoria netta dei conservatori macedoni, ma le violenze rovinano il voto
Dimensioni di testo Aa Aa

Per la Macedonia doveva essere una festa della democrazia. Lo è stata solo a metà. Alle legislative anticipate i conservatori del Premier uscente, Nikola Gruevski, hanno stravinto. Ma sul voto è calata l’ombra delle violenze.

L’affluenza alle urne ha sfiorato il 59%. Per il Partito socialdemocratico è stata una sconfitta netta che probabilmente permetterà ai conservatori di avere in parlamento la maggioranza assoluta, con 62/63 seggi su 120. “Auspico che le violenze di oggi non si ripetano nei giorni a venire” ha detto Gruevski. “Il Paese dimostrerà il suo livello di democrazia: abbiamo davanti l’Unione Europea e la Nato”.

Lo scrutinio delle schede è fermo al 98%. Fra due settimane il voto verrà infatti ripetuto in alcune circoscrizioni del Nord-Ovest, dove si sono registrate irregolarità.

Gli episodi di violenza più gravi si sono verificati nel villaggio albanese di Aracinovo, 10 chilometri a Nord di Skopje, dove una persona è morta e altre due sono rimaste ferite. Altri 7 i feriti nella capitale.