ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il prezzo del petrolio condiziona gli utili delle compagnie aeree

Lettura in corso:

Il prezzo del petrolio condiziona gli utili delle compagnie aeree

Dimensioni di testo Aa Aa

Il prezzo record del barile di petrolio ha costretto la Iata, l’associazione che riunisce le principali compagnie aeree al mondo, ha rivedere al ribasso e per la terza volta le stime relative al 2008. L’anno in corso doveva essere il secondo in utile dopo i risultati 2007 in utili dopo sei anni di rosso piu’ o meno profondo. E invece i conti sono tutti da rifare. A lanciare il grido d’allarme è il direttore generale della Iata Giovanni Bisignani.

I conti sono presto fatti: con un barile di petrolio a 107 dollari le perdite complessive delle compagnie aeree ammontano a circa un miliardo e mezzo di euro, ma se il costo del greggio sale, come è stato il caso, a 135 dollari il barile l’ammontare del deficit sale ad oltre tre miliardi e seicento milioni di euro.

Una crescita che per le momento si è trasformata in una vera e propria ecatombe: 24 compagnie aeree sono state dichiarate fallite.