ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Immigrazione, Parigi propone un piano comune europeo

Lettura in corso:

Immigrazione, Parigi propone un piano comune europeo

Dimensioni di testo Aa Aa

Come armonizzare le norme dei diversi paesi europei in tema di immigrazione? La Francia un piano ce l’ha e intende proporlo nei primi giorni della sua presidenza di turno dell’Unione, durante la riunione ministeriale del 7 e 8 luglio a Cannes.

Nel patto sull’immigrazione a cui ha lavorato il governo di Parigi si fa allusione all’obbligo, per i migranti, di imparare la lingua del paese che li ospiterà e di adottarne i valori, come quello dell’uguaglianza tra uomo e donna.

Ma è previsto anche un giro di vite contro i clandestini, come spiega l’eurodeputato del partito popolare Patrick Gaubert: “Se riusciremo a sradicare il lavoro in nero, resteranno quelli che hanno un impiego regolare. Per gli altri non c‘è scelta: non abbiamo abbastanza appartamenti e abbastanza lavoro per tutti, dovranno tornare nei loro paesi di provenienza. Però li aiuteremo a farlo, con un sostegno finanziario”.

Uno degli obiettivi dell’iniziativa francese è anche quello di evitare regolarizzazioni di massa come quelle effettuate in passato dal governo spagnolo, che furono occasione di contrasti tra Parigi e Madrid. A preoccupare la Francia sono soprattutto le statistiche sulle espulsioni, che in Europa verrebbero eseguite, in media, soltanto in un caso su tre.