ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Société Générale: un' assemblea tutt'altro che di routine

Lettura in corso:

Société Générale: un' assemblea tutt'altro che di routine

Dimensioni di testo Aa Aa

Assemblea tutt’altro che di routine quella della banca francese Société Générale. Per la prima volta gli azionisti dell’istituto di credito si sono trovati di fronte ai conti in pesante calo dell’utile netto: è l’effetto dello scandalo Kerviel dal nome del trader le cui operazioni si sono tradotte in una perdita di circa cinque miliardi di euro. Un’inchiesta interna ha reso noto che i controlli non hanno funzionato: un esempio fra tutti come è stato possibile che Kervierl abbia potuto superare allegramente il tetto massimo di 125 milioni per ogni operatzione: “E’ evidente che Kerviel non ha certo agito da solo dice l’avvocato del trader,nonostante lui abbia sempre detto di aver agito da solo: cio che mi sembra strano è che la banca non abbia trovato nulla da ridire sull’incompetenza dei suoi superiori limitandosi a dare del criminale al giovane assistente di soli 23 anni”.

Un’ assemblea che è anche l’ultima per Daniel Bouton. Il presidente lascia la carica a Frédéric Ouvéa: un’uscita dignitosa dopo che le sue dimissioni erano state chieste dal presidente della repubblica francese Nicolas Sarkozy.