ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libano: Suleiman nuovo presidente

Lettura in corso:

Libano: Suleiman nuovo presidente

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Libano ha scelto il suo 12esimo presidente. É Michel Suleiman, 59 anni, cristiano maronita, fino a ieri comandante dell’esercito. Oggi sarà eletto dal parlamento, quindi presterà giuramento davanti a piú di 200 rappresentanti istituzionali arabi e occidentali.

Finisce una crisi istituzionale durata sei mesi, da quando Emile Lahoud, l’undicesimo presidente libanese, ha concluso il suo mandato.

Il patto nazionale del 1943 tra i tre principali gruppi confessionali prevede che la presidenza della repubblica spetti a un cristiano, quella del parlamento a uno sciita e le funzioni di premier a un sunnita.

Ma le divisioni interne avevano impedito, finora, di trovare un accordo. Alla fine l’ha spuntata Michel Suleiman soprattutto in virtú del fatto che l’esercito è l’unica istituzione che ancora goda di ampio consenso nel paese.

Il passaggio successivo all’elezione presidenziale sarà il varo di un governo di unità nazionale in cui l’opposizione guidata da Hezbollah si è assicurata il diritto di veto.