ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Sudamerica si unisce per contare di piú

Lettura in corso:

Il Sudamerica si unisce per contare di piú

Dimensioni di testo Aa Aa

É nata l’Unasur, l’Unione delle Nazioni Sudamericane. A Brasilia i capi di stato e di governo dei 12 paesi dell’America Latina hanno firmato l’atto costitutivo dell’organizzazione che punta a presentarsi con una sola voce sullo scacchiere mondiale e a realizzare un comune Consiglio di difesa. All’Unione hanno aderito tutti gli stati del continente: Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Ecuador, Guyana, Paraguay, Perú, Suriname, Uruguay e Venezuela. Entusiasta il presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva. “Quello che sembrava impossibile, si è realizzato. Alla faccia degli scettici, il Sudamerica è piú integrato che mai”.

Il motto su cui si fonda la nuova entità sovranazionale è ambizioso: un mondo senza imperialismo nè colonialismo. Sotto l’unità d’intenti covano, peró, le divisioni.

Come quelle che oppongono Colombia e Venezuela, in particolare dopo l’attacco del marzo scorso dell’esercito colombiano in Ecuador contro le Farc, concluso con l’uccisione del numero due dell’organizzazione, Raul Reyes. Primo presidente dell’Unasur è la cilena Michelle Bachelet.