ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Immigrazione: la Spagna teme le mosse italiane

Lettura in corso:

Immigrazione: la Spagna teme le mosse italiane

Dimensioni di testo Aa Aa

Italia e Spagna, i due paesi europei maggiormente interessati dal fenomeno dell’immigrazione clandestina, per la prima volta, dopo le polemiche dei giorni scorsi, hanno affrontato, insieme, il problema. A Madrid il segretario di stato spagnolo agli Affari europei, Diego Lopez Garrido, ha spiegato al ministro italiano per le Politiche Comunitarie, Andrea Ronchi, perchè la Spagna contesti la decisione assunta ieri a Napoli dal governo Berlusconi di considerare reato l’immigrazione illegale. Perchè questo rafforza il rischio di dirottare sulla Spagna i flussi migratori diretti in Italia.

Alle critiche di xenofobia rivolte all’Italia replica il ministro dell’Interno, Roberto Maroni.

“Le critiche che abbiamo ricevuto le trovo del tutto ingiustificate, sono solo il risultato di un pregiudizio ideologico o di una mancanza di informazione in materia”.

E a proposito dei timori spagnoli, Ronchi non ha accennato ad alcuna concessione. Entro luglio le misure sulla sicurezza saranno approvate cosí come sono state concepite.

Incurante delle critiche, impermeabile alle accuse, l’Italia è decisa a non essere piú la porta d’ingresso del Mediterraneo.