ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Italia, rifiuti e sicurezza al centro del Consiglio dei ministri a Napoli

Lettura in corso:

Italia, rifiuti e sicurezza al centro del Consiglio dei ministri a Napoli

Dimensioni di testo Aa Aa

Napoli si è data una ripulita ma soltanto a metà, per ospitare l’odierno consiglio dei ministri del nuovo governo Berlusconi. Le vie del centro sono libere dai rifiuti, mentre in periferia circa tre tonnellate di immondizia occupano ancora le strade. Una situazione che suscita i commenti più svariati.

“Speriamo che possano risolvere questo problema al più presto. Altrimenti, come si dice qui a Napoli, siamo inguaiati”.

Tra i provvedimenti più attesi, misure per facilitare la costruzione di nuove discariche e inceneritori, e forse la creazione di un sottosegretario ad hoc alla spazzatura. Misure concrete, per evitare che il consiglio dei ministri sembri una vetrina vuota, mentre dieci cortei di protesta si preparano ad accogliere l’arrivo di Berlusconi a Napoli.

Tra le priorità del governo c‘è anche il pacchetto sicurezza, con la proposta di introdurre il reato di immigrazione clandestina, difesa dal ministro dell’interno Roberto Maroni: “Questo reato è previsto da molti paesi europei e prevediamo di introdurlo anche in Italia come mezzo di dissuasione per gli eventuali clandestini”.

Dei campi nomadi e del caso Italia si è intanto discusso al parlamento europeo. Bruxelles condanna le violenze sui rom e ricorda che le espulsioni vanno discusse caso per caso.