ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Georgia al voto. Occidente vigila

Lettura in corso:

Georgia al voto. Occidente vigila

Dimensioni di testo Aa Aa

Seggi aperti in Georgia per il rinnovo del Parlamento. Il Presidente Mikhail Saakashvili ha votato in un’elezione considerata dall’Occidente prova della tenuta democratica del Paese, dopo la dura repressione delle manifestazioni dell’opposizione a novembre. Dopo, anche, la contestata rielezione alla presidenza di Saakashvili, a gennaio. Levan Gachechiladze guida l’opposizione, formata da un blocco di nove partiti. Opposizione che ha gridato ai brogli e ha promesso di mobilitare centomila sostenitori dopo la chiusura dei seggi, prevista per le 20, ora locale.

Il partito di Saakashvili è dato per favorito, ma potrebbe avere difficoltà a conservare la maggioranza assoluta. Al voto sono chiamati circa 3 milioni e mezzo di cittadini. Per i risultati definitivi occorre attendere una settimana. Non si vota in gran parte di Abkhazia e Ossezia del Sud, le repubbliche separatiste georgiane, oggetto di una dura disputa con Mosca. Un migliaio di osservatori locali e internazionali, tra cui circa 400 della OSCE, vigilano sul voto nell’ex repubblica sovietica, che aspira ad entrare nella Nato.