ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le ferrovie belghe completamente paralizzate da uno sciopero

Lettura in corso:

Le ferrovie belghe completamente paralizzate da uno sciopero

Dimensioni di testo Aa Aa

Treni fermi. In Belgio sarà così fino a stasera alle 22 per lo sciopero dei ferrovieri. Ad incrociare le braccia è il personale di tutte le categorie: da quello viaggiante agli addetti alla segnaletica, il che ieri sera – per ragioni di sicurezza – ha portato alla fine della circolazione nello spazio di soli 15 minuti.

“Ci rendiamo conto dei disagi per gli utenti – dice Gerand Gelmini, leader del sindacato Cgsp – ma quando ci si ritrova di fronte a un muro l’ultima arma che rimane è lo sciopero”.

Gli abbonati saranno compensati con un biglietto giornaliero gratuito valido per viaggiare sull’intera rete del Belgio. Per l’amministratore delegato della Sncb lo sciopero è un bel danno. “Bisogna raggiungere un accordo a qualsiasi costo – dice Jannie Haek -. Bisogna trovare un buon equilibrio e pernso che nessuno ha interesse a prendere i viaggiatori in ostaggio. E’ assolutamente da evitare”.

I lavoratori protestano per il mancato accordo su flessibilità e aumenti di stipendio.

Per molti pendolari le alternative sono due: ingorghi stradali o assenza. “Ho preso un giorno di ferie: non ci sono treni ma siccome lo sciopero era annunciato, per l’assenza dal lavoro non avrei scuse”, racconta un viaggiatore.

Cancellati anche i treni ad alta velocità da e per l’estero, le ferrovie hanno organizzato collegamenti via pullman dalla stazione di Bruxelles all’aeroporto di Parigi.