ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Sud Africa la violenza xenofoba fa 22 morti.

Lettura in corso:

In Sud Africa la violenza xenofoba fa 22 morti.

Dimensioni di testo Aa Aa

In Sud Africa la violenza xenofoba fa 22 morti. A 14 anni dalla fine dell’apatheid, nei sobborghi intorno a Johannesburg bande armate di pistole e machete si scatenano contro gli immigrati del Malawi, del Mozambico, ma soprattutto dello Zimbabwe. Al grido di “cacciamo gli stranieri” bruciano le stesse baracche dove una volta i bianchi segregavano la popolazione di colore. Almeno due persone sono state bruciate vive, altre bastonate a morte, le donne violentate.

La polizia ha difficoltà a sedare le violenze con lacrimogeni e proiettili di gomma. Fino ad ora circa 250 persone sono state arrestate. L’ ondata di violenze iniziata una settimana fa nel sobborgo di Alexanda si e’ estesa anche ad altre periferie povere nei pressi di Johannesburg. Gli immigrati piu’ fortunati hanno trovato rifugio dentro le chiese e gli uffici pubblici, altri scappano senza meta.

Gli immigrati in Sud Africa sono circa 5 milioni, 3 dei quali vengono dallo Zimbabwe, stravolto dalle violenze interetniche seguite alle elezioni presidenziali. Inflazione e disoccupazione crescono e gli stranieri vengono visti come i capri espiatori.