ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il presidente Hu Jintao nelle zone colpite dal sisma, aperta un'inchiesta sul crollo di numerose scuole

Lettura in corso:

Il presidente Hu Jintao nelle zone colpite dal sisma, aperta un'inchiesta sul crollo di numerose scuole

Dimensioni di testo Aa Aa

“I soccorsi sono nella fase più cruciale, bisogna moltiplicare gli sforzi”: è l’appello del presidente Hu Jintao in visita nel Sichuan, la regione sud-occidentale della Cina colpita da un violento terremoto.

A Mianyang il capo di Stato cinese ha incontrato il premier Wen Jiabao che segue le operazioni di soccorso da lunedì. Mianyang è diventato il centro di accoglienza dei sopravvissuti del sisma, ‘‘il più distruttivo’‘ in Cina dal 1949, come lo ha definito Jiabao.

Oltre 130mila soldati sono impegnati nelle operazioni di soccorso. Il bilancio delle vittime del terremoto di magnitudo 7,9 con epicentro nella provincia di Chengdu è di oltre 50mila morti.

Si affievoliscono le speranze di ritrovare le oltre 20mila persone ancora sotto le macerie e tra la gente del Sichuan c‘è anche rabbia per la morte di centinaia di bambini nel crollo di molte scuole.

Il governo ha aperto un’inchiesta sulle cause e sui possibili problemi legati alla costruzione degli edifici. “Tratteremo i responsabili senza tolleranza”, ha fatto sapere il ministero dell’Istruzione.

In una sola scuola, a Juyuan, 900 bambini sono stati sepolti dalle macerie, un altro migliaio a Mianyang. Il terremoto ha distrutto oltre 200mila edifici, tra cui quasi settemila scuole.