ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Clinton vince in West Virginia e resta determinata

Lettura in corso:

Clinton vince in West Virginia e resta determinata

Dimensioni di testo Aa Aa

“La corsa non è finita”, dice Hillary Clinton, all’indomani della sua vittoria alle primarie democratiche nel West Virginia. Lo stato a forte maggioranza bianca e operaia le ha assicurato, senza sorprese, il proprio sostegno. Ma queste primarie attibuiscono meno di una trentina di delegati e la matematica contina a non favorire la senatrice di New York.

Più determinata che mai, l’ex first lady lotta ancora per dimostrare di essere la meglio piazzata per battere i repubblicani a novembre. Restano ancora solo 5 primarie, e meno di 250 delegati da spartire, poi il congresso democratico di agosto designerà il candidato del partito alle presidenziali.

Barack Obama ha già acquisito un largo vantaggio: 1882 delegati contro i 1714 di Clinton, ed appare rilassato, proiettato già al confronto con Mac Cain:

“La squadra Bush-Cheney non si ripresenterà, ma la loro politica sì, perché John Mac Cain ha deciso di fare un terzo mandato Bush”.

Resta l’incognita dei superdelegati, circa 800 pezzi grossi del partito, che non sono vincolati dalle primarie e possono votare chi vogliono. Anche fra loro, però, la carta Obama sta prendendo quota.