ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Berlusconi e Prodi: testi al processo Abu Omar

Lettura in corso:

Berlusconi e Prodi: testi al processo Abu Omar

Dimensioni di testo Aa Aa

Silvio Berlusconi e Romano Prodi potranno testimoniare al processo Abu Omar, lo ha deciso il giudice di Milano che si occupa del caso. E’ la prima volta che un capo di governo in carica e un ex premier vengono chiamati a raccontare in tribunale ciò che sanno sulle cosiddette renditions, i rapimenti e i trasferimenti per interrogatorio e detenzione segreta di presunti terroristi, compiuti da agenti della CIA in paesi terzi.

E’ stata la difesa dell’ex direttore del SISMI Nicolò Pollari a fare la richiesta. Secondo Pollari alcuni documenti top secret proverebbero la sua estraneità ai fatti. Abu Omar, che ormai vive in Egitto, è convinto che ascoltare Berlusconi e Prodi sia utile a far luce sulla verità:

“Senza dubbio Berlusconi sa molte cose su questa vicenda. Se il capo dei servizi segreti militari italiani è implicato, ha preso le sue decisioni con l’autorizzazione del capo del governo dell’epoca, suo superiore gerarchico”.

Oltre a Pollari e ad alcuni agenti italiani, sotto accusa ci sono 26 uomini della CIA, che però gli Stati Uniti non hanno alcuna intenzione di estradare. I fatti risalgono al 2003 quando l’imam egiziano venne sequestrato in una strada vicino alla sua moschea, a Milano. Abu Omar dichiara di essere stato trasferito in Egitto dove per 14 mesi ha subito torture.