ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Serbia: quello dell'11 maggio sarà un voto decisivo

Lettura in corso:

Serbia: quello dell'11 maggio sarà un voto decisivo

Dimensioni di testo Aa Aa

Saranno due giorni di silenzio elettorale quelli che anticiperanno il voto serbo di domenica 11 maggio. E consapevoli di cio’ i leader dei vari partiti hanno approfittato delle ultime manifestazioni per lanciare gli appelli piu’ convincenti.

‘Di si’ all’Europa’ è il messaggio che capeggia sui poster della lista del presidente della Repubblica Boris Tadic. “Questo voto è un referendum per decidere se vogliamo andare verso l’Europa o restare isolati”, ha urlato Tadic rivolgendosi ai 6,7 milioni di elettori serbi.

E’ pero’ il Partito Radicale serbo dell’ultranazionalista Tomislav Nikolic ad essere indicato, con il 34-35% dei consensi, in lieve vantaggio nei sondaggi. Nikolic è contrario all’ingresso nell’Unione Europea e favorevole ad un’alleanza con la Russia.

Ago della bilancia sarà comunque il Partito Democratico di Serbia del premier uscente Vojislav Kostunica, ridotto al 12-13% ma potenzialmente ancora decisivo. “Non tradiremo mai il Kosovo, nè la Serbia”. Queste le ultime parole del primo ministro nazionalista Kostunica, che ha rotto definitivamente con gli alleati filo-europei e vorrebbe restaurare la sovranità serba sul Kosovo, che ha dichiarato l’indipendenza il 17 febbraio scorso.