ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Serbia domenica al voto, un referendum sull'Europa all'ombra del Kosovo

Lettura in corso:

La Serbia domenica al voto, un referendum sull'Europa all'ombra del Kosovo

Dimensioni di testo Aa Aa

Chiusura della campagna elettorale, giovedi’ sera, per le elezioni legislative di domenica in Serbia. Andranno al voto oltre 6,5 milioni di serbi.

Una campagna che di fatto ha reso queste elezioni un referendum sull’Europa. E la controversa indipendenza del Kosovo pesa come un macigno.

Il fronte europeista è guidato dal presidente serbo Tadic, del Partito Democratico. Lo scorso 29 aprile il presidente ha consentito la firma dell’Accordo di Stabilizzazione e di Associazione con l’Unione Europea, prima tappa verso l’adesione alla UE.

Il piu’ tenace rivale di Tadic è l’ultra-nazionalista Nikolic, del Partito Radicale Serbo. La sua diffidenza verso Bruxelles è diventata aperta ostilità da quando l’Europa ha avallato, lo scorso 17 febbraio, l’indipendenza del Kosovo. Punto di riferimento politico di Nikolic è piuttosto Mosca.

Non distante dalle sue posizioni è il premier Kostunica, altro protagonista di questze elezioni, con lo schieramento Partito Democratico di Serbia.
Motto di Kostunica è che senza il Kosovo non c‘è speranza per di entrere in Europa. E l’effige di Putin sulla sua bandiera è un segno eloquente.