ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bce lascia inviariati i tassi

Lettura in corso:

Bce lascia inviariati i tassi

Dimensioni di testo Aa Aa

Riunione ad Atene per il comitato monetario della Banca Centrale Europea sotto la presidenza di Jean Claude Trichet. Come dato ampiamente per scontato dagli analisti nessu cambiamento alla politica monetaria: il tasso di sconto è rimasto invariato, il costo del denaro è stabile al 4%.

“ E’ chiaro, dice il presidente Trichet nella tradizionale conferenza stampa, che l’attuale situazione resta molto incerta a causa della volalità sui mercati finanziari: di qui la necessità da parte nostra di restare vigilanti vista la crescita dell’inflazione”

Ed è proprio la lotta all’inflazione una delle priorirtà della Bce: 3,3% è il tasso tendenziale annuo registrato ad aprile in forte aumento rispetto alle previsioni. Un contesto in cui si aggiunge il livello record raggiunto dal prezzo del greggio, oltre 123 dollari il barile sul mercato di New York e dalle stime al ribasso del prodotto interno lordo per i 15 paesi di Eurolandia.

Una situazione difficile destinata a peggiorare.

Secondo quest’analista americano “non ci sono le condizioni per ritornare ad un mercato piu’ ragionevole: c‘è il rischio di un barile di petrolio a 150 dollari”

Anche la Banca d’Inghilterra ha scelto la strada dello statu quo: il costo del denaro è stabile al 5%, che resta tuttavia il livello piu’ tra i paesi piu’ industrializzati. L’obiettivo della misura è di rilanciare il mercato immobiliare che in Gran Bretagna è in profonda crisi.