ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Adidas: le proteste contro la Cina non ci toccano

Lettura in corso:

Adidas: le proteste contro la Cina non ci toccano

Dimensioni di testo Aa Aa

Atmosfera tesa a Furth in Germania in occasione dell’assemblea degli azionisti di Adidas, uno dei principali sponsor delle prossime olimpiadi in programma a Pechino. Davanti alla sede del leader mondiale dell’abbigliamento sportivo non mancano le proteste

“Cio che chiediamo, dice questo tibetano, è che Adidas faccia uso del proprio peso eocnomico sul governo cinese; a noi non interessa il boicottaggio nè economico nè dal punto di vista sportivo”

Poca l’eco all’assemblea dove gli azionisti hanno approvato il bilancio 2007 che chiude con un utile netto in forte aumento

“Si tratta di una critica, dice il presidente di Adidas Herbert Hainer, di natura morale sul nostro impegno in Cina: come se noi non rispettassimo le norme morali. Le accuse di complicità non ci toccano in quanto non siamo certo responsabili di una situazione che non abbiamo provocato”

Quanto alle previsioni per il 2008 sono piu’ che buone: il primo trimestre si è chiuso con una crescita dell’utile dle 32% pari a 169 milioni di euro.