ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Per Scotland Yard la Bhutto è stata uccisa dall'esplosione

Lettura in corso:

Per Scotland Yard la Bhutto è stata uccisa dall'esplosione

Dimensioni di testo Aa Aa

Benhazir Bhutto è morta a causa dell’esplosione provocata dall’attentatore kamikaze. È la conclusione alla quale sono giunti gli investigatori di Scotland Yard che in Pakistan hanno condotto le indagini sull’attentato del 27 dicembre scorso.

È stata quindi esclusa la tesi, sostenuta dal partito della Bhutto, che a provocare la morte sarebbe stato un colpo di pistola esploso dall’attentatore.
Invece l’ex premier ha subito una frattura mortale al cranio dopo aver urtato il tettuccio dell’automobile.

L’ispettore generale della polizia pakistana Chaudry Abdul ha detto che tutto porta a pensare che ci si sia stata una sola persona a sparare e ad azionare la carica esplosiva.

“Ci sono state speculazioni sul fatto che ci siano stati due attacchi distinti – ha detto Abdul -, che un attentatore abbia sparato e un altro abbia fatto scoppiare la bomba. Tutte le prove ci portano a credere che invece sia stata una stessa persona”.

Queste conclusioni sono state respinte in blocco dal partito popolare pachistano, in corsa per le elezioni politiche del 18 febbraio, che continua a credere al colpo di pistola mortale. Sono intanto finiti ieri i 40 giorni di lutto segnati da una cerimonia al mausoleo della famiglia Bhutto.