ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vigilia di politica e sport nelle primarie USA

Lettura in corso:

Vigilia di politica e sport nelle primarie USA

Dimensioni di testo Aa Aa

L’America si prepara a uno dei più importanti appuntamenti elettorali dopo le presidenziali. Sono tre i favoriti per le nomination democratica e repubblicana alla Casa Bianca. E se il partito repubblicano sembra ormai affidarsi a John McCain, in quello democratico la battaglia infuria alla vigilia del “Super Tuesday”, quando si terranno primarie contemporaneamente in più di 20 Stati.

Barack Obama dopo quello dei Kennedy ha incassato il sostegno di Maria Shriver, moglie del governatore repubblicano della California Arnold Schwarzenegger. E anche parole d’incoraggiamento dal cantante Stevie Wonder.

Ma non è una vigilia fatta solo di politica. Si è parlato, e tanto, anche di sport e ci si è divisi tra Patriots e Giants, le due finaliste del Super Bowl.

Hillary Clinton davanti ai fan si è augurata una vittoria dei New York Giants, squadra del suo Stato, e la vittoria nelle primarie. Il suo primo desiderio è stato esaudito per il secondo bisognerà aspettare.

McCain senatore dell’Arizona è andato a guardare la finale a Boston città dei New England Patriots ma anche del suo avversario per la nomination Mitt Romney.

I sondaggi sono implacabili: McCain, forte del successo nelle primarie in Florida e dell’appoggio ricevuto da Rudy Giuliani, viene dato al 48% contro il 24% di Romney.

A danneggiare l’ex governatore del Massachussets c‘é anche la presenza del terzo incomodo Mike Huckabee che potrebbe vincere in alcuni Stati del sud, come Oklahoma, Arkansas, Alabama, Georgia e Tennessee.