ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tadic recupera e vince: è di nuovo presidente della Serbia

Lettura in corso:

Tadic recupera e vince: è di nuovo presidente della Serbia

Dimensioni di testo Aa Aa

Boris Tadic è stato rieletto presidente della Serbia. Il leader del partito democratico di centrosinistra ha vinto il ballottaggio con il suo avversario, l’ultranazionalista Tomislav Nikolic. Come nel 2004 Tadic, moderato e filoeuropeo, ha recuperato lo svantaggio rimediato al primo turno. Il riconfermato capo dello stato ha reso all’avversario l’onore delle armi. “Nikolic ha ottenuto un risultato di tutto rispetto – ha affermato Tadic – mi confronteró subito con lui perchè il mio primo obiettivo è quello di unire tutta la Serbia”.

I sostenitori di Tadic si sono riversati nelle vie di Belgrado prima ancora che fosse ufficializzata la vittoria del loro candidato. In qualche modo si è festeggiato anche a Bruxelles. L’Europa si era schierata a favore di Tadic, offrendo alla Serbia un accordo politico che precede l’accordo di stabilizzazione e di associazione, primo passo per l’ingresso nell’UE.

Nikolic, pur riconoscendo la sconfitta, ha immediatamente affermato che non cambierà di una virgola la propria politica. Ha ribadito di essere contrario all’indipendenza del Kosovo nonostante il premier della provincia, Hashim Thaci, abbia annunciato che nei prossimi giorni proclamerà unilateralmente l’indipendenza.

La riconferma di Tadic alla presidenza della Repubblica serba non puó nascondere l’evidenza di un paese diviso a metà. L’ultranazionalista Nikolic ha raccolto al ballottaggio quasi la metà dei consensi. Un dato di cui anche Tadic ha promesso di tener conto. Il lavoro per l’unificazione della Serbia si annuncia difficile.