ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'UE soddisfatta per la rielezione di Tadic alla presidenza serba

Lettura in corso:

L'UE soddisfatta per la rielezione di Tadic alla presidenza serba

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Unione Europea non aveva nascosto di preferire la rielezione di Tadic, alla presidenza della Serbia. E ora c‘è sollievo a Bruxelles, dopo la chiara vittoria del filo-europeista Tadic che, al ballottaggio, ha ottenuto poco più del 50% dei voti.

Boris Tadic ha promesso ai suoi elettori che la Serbia otterrà lo status di candidato ufficiale all’ingresso nell’Unione entro la fine dell’anno. Per il momento Belgrado è alle soglie dell’Accordo di stabilizzazione e associazione, parafato nel novembre scorso.

L’esito del voto mostra che la maggioranza dei serbi non vuole tornare nell’alveo russo come proponeva lo sfidante sconfitto di Tadic, l’ultranazionalista Tomislav Nikolic, in particolare per evitare la secessione del Kosovo. Anche Tadic è contrario all’indipendenza del Kosovo, ma ritiene che una maggiore integrazione europea sia l’unica risposta possibile al problema.

Questa mattina a Belgrado molti giornali aprivano col titolo: “Vittoria!” Nelle analisi degli editorialisti, la necessità di grandi riforme per rispondere alla sfida europea.

E c’era soddisfazione anche fra i passanti: “E’ una bellissima notizia. Nella mia famiglia abbiamo atteso i risultati con grande nervosismo”. Ora gli occhi dei serbi sono puntati su Pristina. I leader separatisti del Kosovo avevano annunciato che avrebbero autoproclamato l’indipendenza dopo queste elezioni presidenziali.