ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Caso Maddie: mea culpa della polizia portoghese per aver indagato i genitori

Lettura in corso:

Caso Maddie: mea culpa della polizia portoghese per aver indagato i genitori

Dimensioni di testo Aa Aa

La polizia portoghese è stata “precipitosa” nell’iscrivere nel registro degli indagati i genitori della piccola Madeleine McCann. L’ammissione viene dallo stesso direttore nazionale della polizia giudiziaria, Alìpio Ribeiro.

Uno degli avvocati della coppia, Rogério Alves, chiede la revoca dello status di sospettati, ma appare soddisfatto: “Quello che mi sembra fondamentale è che si sia fatto un riesame del materiale che ha portato all’iscrizione dei genitori nel registro degli indagati e che a partire da questo il direttore nazionale abbia detto che c‘è stata precipitazione, cioè che è stato fatto un errore”.

Un errore che Alìpio Ribeiro ha ammesso pubblicamente di fronte alle telecamere della televisione portoghese: “Forse avremmo dovuto fare una valutazione diversa. Non ho dubbi, c‘è stata una certa precipitazione”.

I genitori di Maddie, la bambina britannica scomparsa nell’Algarve lo scorso maggio, sono stati iscritti nel registro degli indagati a settembre. Erano sospettati di aver ucciso accidentalmente la figlia e di aver nascosto il cadavere.