ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Profitti record per Shell

Lettura in corso:

Profitti record per Shell

Dimensioni di testo Aa Aa

Il caro petrolio spinge in forte rialzo i profitti del gruppo angolandese Shell, il numero uno in Europa. Una fiammata di utili che ha suscitato non poche polemiche in Gran Bretagna dove il mondo sindacale spinge per l’imposizione di una tassa straordinaria.

Un balzo dei profitti dovuti all’aumento del prezzo del petrolo che nel 2006 era di circa 60 dollari il barile, ma che con gli aumenti registrati nel 2007 quando in media il barile vale intorno ai 70 dollari l’utile Shell registra una crecsota del 23% per un totale superiore ai 21 miliardi di euro.

Ma secondo l’amministratore delegato di Shell non è certo alla pompa che il gruppo registra la maggior parte degli utili. In ogni caso se una tassa eccezionale viene imposta è certo che l’azienda nel suo insieme ha interesse a fare minori investimenti.

Un grido d’allarme arrivaa anche dagli autotrasportarti britannici che giudica molto scandalosi gli utili realizzati da Shell pagati sulla pelle degli automobilisti.

Va da sè che gli automobilisti d’oltre manica, almeno quelli che non sono azionisti della Shell, hanno piu’ di un motivo per protestare: il costo della benziona ha fatto un balzo di oltre il 30% nel giro di un anno.