ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Corte di Giustizia condanna Francia per nitrati nell'acqua

Lettura in corso:

La Corte di Giustizia condanna Francia per nitrati nell'acqua

Dimensioni di testo Aa Aa

La Corte di Giustizia dell’Unione europea ha condannato la Francia per violazione delle regole sulla qualità dell’acqua potabile. Aprendo le porte a pesanti multe.

Tre i dipartimenti sotto accusa, tra cui la Vandea, dove nell’acqua destinata al consumo nel 1998 si era rilevata la presenza di nitrati, provenienti dall’agricoltura, superiore ai livelli consentiti.

La sentenza getta ombre pesanti su altro affare molto simile che riguarda l’inquinamento dell’acqua in Bretagna. La Commissione ha chiesto una multa di 28 milioni di euro. Visti i progressi fatti, Bruxelles ha però dato a Parigi tempo fino al 2009 per mettersi in regola.

Ma non è tutto. Bruxelles ha minacciato l’inizio di una nuova procedura legae contro la Francia se non verranno messi a norma gli impianti per il trattamento delle acque reflue urbane.

Le acque reflue non trattate costituiscono un fattore di rischio per i cittadini e per l’ambiente. La direttiva europea è del 1991 e la Francia è stata condannata per la sua violazione già una volta.