ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Si puó scaricare musica e restare anonimo

Lettura in corso:

Si puó scaricare musica e restare anonimo

Dimensioni di testo Aa Aa

Chi scarica musica da Internet ha diritto all’anonimato. Almeno in Spagna. Lo ha deciso una sentenza della Corte di Giustizia europea. A rivolgersi alla Corte del Lussemburgo era stata Promusicae, la Siae spagnola, dopo che Telefonica aveva rifiutato di comunicare identità e indirizzo dei soggetti cui forniva il servizio di accesso a Internet.

La Corte di Giustizia europea ha, di fatto, accolto, le linee guida della legislazione spagnola in materia: la consegna dei dati è obbligatoria solo in caso di indagine penale o per ragioni di pubblica sicurezza o di difesa nazionale.

Trattandosi, invece, nel caso specifico, di una causa civile, la tutela della privacy è stata giudicata prevalente sul diritto d’autore.

Nella sentenza, in realtà, la Corte precisa che la normativa comunitaria non esclude la possibilità per gli stati membri di istituire l’obbligo di divulgare dati personali nell’ambito di un procedimento civile. Ma neppure impone agli stati di prevedere un simile obbligo.

In molti paesi europei la legislazione in materia è meno permissiva rispetto a quella spagnola: facile prevedere una valanga di ricorsi da chi è stato chiamato in giudizio per aver scelto la Rete, invece dei negozi di dischi, per procurarsi i brani musicali preferiti, senza scucire un soldo.