ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kenya, la Rift Valley in preda al caos. Continua a salire il bilancio delle vittime

Lettura in corso:

Kenya, la Rift Valley in preda al caos. Continua a salire il bilancio delle vittime

Dimensioni di testo Aa Aa

Continuano ad affrontarsi, in Kenya, le fazioni dei due avversari politici, Kibaki e Odinga. In ultimo la città Naivasha, fino a qualche settimana fa una delle principali mete turistiche, ha visto gravi episodi. Nella notte la polizia vi ha arrestato oltre duecentocinquanta persone, appartenenti a bande.

Un contrasto, quello politico, che ha risvegliato antiche rivalità di matrice etnica, scatenando le violenze. Una crisi che si aggrava. L’Unione Africana ha nominato l’ex segretario dell’Onu, Kofi Annan, mediatore tra Kibaki e Odinga: ma finora dai contendenti non sono arrivati altro che impegni verbali.

La piu’ tormentata è la zona ovest del paese, la Rift Valley, dove si conta il maggior numero di vittime. 64 cadaveri si trovano nell’obitorio della capitale della provincia, Nakuru: oltre 10 risalgono alla scorsa notte.

Dall’inizio del conflitto, sono 250 mila gli sfollati e oltre 900 i morti. Ad essi vanno aggiunti anche 2 tedeschi, uccisi ieri sera in una residenza turistica sulla costa. Il movente sarebbe una rapina, non legata agli scontri.