ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania, Merkel misura le difficoltà dopo la battuta d'arresto in Assia

Lettura in corso:

Germania, Merkel misura le difficoltà dopo la battuta d'arresto in Assia

Dimensioni di testo Aa Aa

Nel quartier generale della CDU, Angela Merkel è accolta dagli applausi, ma per il cancelliere tedesco c‘è poco di che rallegrarsi all’indomani delle elezioni regionali.

La battuta d’arresto subita in Assia dal governatore uscente Ronald Koch minaccia di ripercuotersi a livello federale, indebolendo la posizione del cancelliere all’interno della Grande Coalizione.

Koch, che dopo otto anni di governo si vede messo in difficoltà dai socialdemocratici, non esclude la possibilità di trovare un compromesso che gli permetta di conservare il timone nel land centro-occidentale, ma ammette che l’impresa non sarà semplice.

La rimonta in Assia offre alla SPD un buon motivo per festeggiare. Andrea Ypsilanti, la candidata che ha eroso consensi a Koch, riceve un bouquet rosso e verde: i colori di una possibile alleanza tra socialdemocratici e verdi, che tuttavia non sarebbe sufficiente a garantire una maggioranza. E un fiore va anche a Michael Nauman, che alle prossime elezioni regionali di Amburgo, il 24 febbraio, tenterà di ripetere l’exploit di Ypsilanti.

Oltre che in Assia, domenica si è votato anche in Bassa Sassonia. Qui l’esponente della CDU, Christian Wulff, ha vinto di larga misura. Una novità dopo il voto alle regionali è rappresentata dal successo del partito Die Linke, che politicamente si colloca a sinistra della socialdemocrazia e con il quale la SPD ha escluso ogni ipotesi di alleanza.

Ma per gli elettori sembra contare una cosa soltanto: “Koch è stato punito per i suoi propositi razzisti”, sostiene un abitante di Francoforte. “Sono contenta per come sono andate le cose”, gli fa eco una sua compatriota. Il governatore uscente dell’Assia ha scontato le conseguenze di una campagna elettorale denunciata da alcuni come xenofoba.