ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ancora morti in Kenya per gli scontri interetnici. Assalto alle case, bruciate vive decine di persone

Lettura in corso:

Ancora morti in Kenya per gli scontri interetnici. Assalto alle case, bruciate vive decine di persone

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono sempre più violenti gli scontri in Kenya. Una cinquantina le vittime nelle ultime 24 ore, quasi tutte appartenenti all’etnia kikuyo, la stessa del presidente Kibaki, la cui dubbia rielezione un mese fa ha scatenato le violenze costate finora più di 800 morti.
A Naivasha, nel Kenya centrale, la violenza è passata casa per casa: numerose persone sono state arse vive.

Le forti tensioni politiche di questi giorni tuttavia portano alla luce anche nodi irrisolti nei rapporti tra le diverse etnie. Già nel 1997 episodi analoghi di violenza avvennero nello stesso territorio, la Rift Valley, piena di siti frequentati da turisti e ad appena 100 chilometri dalla capitale Nairobi.

Il mancato ritorno dalla calma nel paese certo non favorisce la missione dell’ex segretario generale delle Nazioni Unite, Kofi Annan, che ha avviato una mediazione tra il presidente Kibaki e il suo oppositore Odinga.