ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un'indagine per finanziamenti politici illeciti porta alle dimissioni di un ministro britannico

Lettura in corso:

Un'indagine per finanziamenti politici illeciti porta alle dimissioni di un ministro britannico

Dimensioni di testo Aa Aa

Il giovane governo di Gordon Brown costretto a incassare la prima defezione. A dimettersi è stato il ministro del lavoro britannico Peter Hain pochi minuti dopo l’annuncio che la polizia lo sta indagando per violazione della legge sul finanziamento dei partiti.

Hain non avrebbe dichiarato circa 140.000 euro di contributi ricevuti per la sua campagna interna al partito laburista.

“E’ la giusta decisione – si felicita il leader dei conservatori David Cameron -. Ma il primo ministro avrebbe dovuto dire settimane fa a Peter Hain: ‘devi dare una spiegazione dettagliata o non puoi restare al governo’. Invece c‘è stato questo lungo ritardo e uno dei più importanti ministeri del nostro Paese è stato lasciato praticamente senza guida”.

Il premier, già in calo di popolarità per via del rallentamento dell’economia e del rinvio di un’elezione promessa, cerca di guadagnare punti rimpiazzando Hain con James Purnell, finora ministro della cultura.