ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia, pesanti conseguenze per la truffa a Société Générale

Lettura in corso:

Francia, pesanti conseguenze per la truffa a Société Générale

Dimensioni di testo Aa Aa

Una frode di grandi proporzioni, architettata con astuzia da un trader che lavorava da anni per Société Gènérale e che ha potuto agire indisturbato per mesi, dissimulando transazioni false. Questo il quadro che si profila nell’inchiesta sulla maxifrode al terzo gruppo bancario francese. A scoprirla sono state le equipe di controllo messe in allarme da anomalie in operazioni speculative su indici europei.

La truffa si e’ tradotta nella voragine di 4,9 miliardi nei conti della banca, che sommati ai 2 miliardi di euro di deprezzamenti legati ai subprime portano a perdite di 6,9 miliardi. Per correre ai ripari, la società dovrà procedere a un aumento di capitale di 5 miliardi e mezzo di euro. “L’aumento di capitale – ha dichiarato il presidente Daniel Bouton – sarà lanciato nei prossimi giorni. Possiamo contare con certezza sulla determinazione di tutto il personale di questa compagnia per vanificare le conseguenze di questa incredibile frode.”

La Banca di Francia condurrà un’inchiesta. Intanto alcuni analisti ipotizzano che i problemi per gli istituti di credito francesi non siano finiti, come sottolinea Alain Crouzat:“Credo che ci saranno altri problemi che sono già apparsi negli Stati Uniti, ci sarà una ridefinizione del panorama bancario in tutto il mondo e quindi anche in Francia; nonostante qualcuno dica che le banche francesi potrebbero essere risparmiate, sono come tutti gli altri giocatori al tavolo del grande casino’.” Societe’ Generale chiudera’ cosi’ il 2007 con un utile tra i 600 e gli 800 milioni, invece degli oltre 5 miliardi previsti ancora la settimana scorsa.