ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Karamanlis a Ankara: è la prima visita ufficiale di un premier greco in Turchia dal '59

Lettura in corso:

Karamanlis a Ankara: è la prima visita ufficiale di un premier greco in Turchia dal '59

Dimensioni di testo Aa Aa

Per la prima volta da mezzo secolo a questa parte, un premier greco in visita ufficiale in Turchia. Kostas Karamanlis è tornato sui passi di suo zio, Costantin, l’ultimo premier a recarsi, nel ’59, ad Ankara. Ad accoglierlo al mausoleo di Ataturc, il primo ministro turco Erdogan.

I due paesi dal ’99 hanno normalizzato le loro relazioni, dopo decenni segnati da conflitti e tensioni, che si sono ripetuti fin da quando nel 1832 la Grecia ottenne l’indipendenza dall’impero ottomano.

Ultimo grave episodio che ha visto dispiegato l’esercito: nel ’74, quando la Turchia invade Cipro e occupa il nord dell’isola . E’ una risposta al colpo di stato a Nicosia, fomentato dalla giunta militare allora al potere in Grecia.

Si riesce ad evitare una guerra, ma Cipro rimane divisa in due, nonostante gli sforzi dell’Onu: la comunità turca nel nord, quella greca nel sud. Nel 2004 Cipro entra nell’Unione europea, ma la cosidetta “questione cipriota” rimane irrisolta e l’isola divisa resta uno degli ostacoli nel cammino di Ankara verso Bruxelles.

Irrisolto anche il loro conflitto sulle acque territoriali: dato che quasi tutte le isole al largo del litorale turco sono greche, Atene reclama gran parte dell’Egeo, secondo la regola internazionale che conferisce ad un paese 6 miglia al largo delle sue coste. La Turchia non ne vuole naturalmente sapere, e per l’isolotto disabitato di Imia è quasi scoppiata una guerra nel ’96.

Ma c‘è un aspetto delle relazioni greco turche su cui splende il sole: quello economico, con un forte aumento negli ultimi anni degli scambi commerciali e a novembre l’inaugurazione del primo gasdotto comune dei due paesi.