ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il piano contro il clima fa il primo ingresso all'europarlamento, Barroso presenta le misure ai deputati

Lettura in corso:

Il piano contro il clima fa il primo ingresso all'europarlamento, Barroso presenta le misure ai deputati

Dimensioni di testo Aa Aa

Il piano europeo contro il cambiamento climatico è ora ufficiale, ma sul suo cammino verso l’approvazione ha già molti ostacoli. Il patto per il clima, basato sugli impegni presi dai dirigenti europei nel 2007, adottato dall’esecutivo comunitario dopo lunghe discussioni è stato presentato dal presidente Josè Manuel Durao Barroso all’europarlamento.

Il primo obiettivo è ridurre entro il 2020 le emissioni di gas a effetto serra del 20 per cento rispetto ai livelli del ’90. E le prime a doverlo fare sono le industrie europee che nel 2005 hanno oltrepassato i due miliardi di tonnellate di anidride carbonica. I permessi di inquinamento, ora gratuiti, dovranno essere acquistati dalle imprese fino alla loro scomparsa nel 2020.

Secondo punto le energie rinnovabili. La commissione mira a portare dall’8,5 al 20 la loro percentuale. Il 10 per cento dovrà essere rappresentato da biocombustibili. La scadenza è sempre il 2020 e i livelli di riferimento quelli del novanta.

“I negoziati saranno difficili”, ha già riconosciuto Barroso che mira ad avere l’approvazione di stati membri e europarlamento entro fine anno. Le industrie interpretano il piano come una minaccia per la loro competitività e hanno già avvertito che de localizzeranno le proprie imprese. Secondo la Commissione le misure costeranno lo 0,5 per cento del pil europeo, ma mantenere lo status quo costerebbe la perdita del 20 per cento del pil a causa dei dei cambiamenti climatici.