ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Operai tedeschi in corteo contro la chiusura della Nokia. L'azienda va in Romania dove il lavoro costa meno.

Lettura in corso:

Operai tedeschi in corteo contro la chiusura della Nokia. L'azienda va in Romania dove il lavoro costa meno.

Dimensioni di testo Aa Aa

“Bochum, la Nokia deve restare”. E’ con slogan come questo che hanno iniziato a sfilare per le strade della citta’ tedesca le decine di migliaia di persone che protestano contro la decisione dell’ azienda di trasferire la produzione in Romania, dove il costo della manodopera e’ di molto inferiore.

A perdere il posto di lavoro saranno 2300 operai, ma anche l’indotto, formato da migliaia di lavoratori, rischia un ridimensionamento. L’ azienda ha garantito indennizzi, ma non si conoscono ancora le cifre.

“Non hanno concesso alcun margine al negoziato – afferma una rappresentante sindacale – per questo insisteremo: non getteremo la spugna tanto facilmente”.

In solidarieta’ con gli operai in piazza ci sono anche i dipendenti della Ford di Colonia. “La situazione in Germania fa schifo – dice uno di loro – per la classe operaia le cose vanno sempre peggio”.

L’azienda negli anni ha ricevuto circa 60 milioni di euro in sovvenzioni statali. Adesso si chiede che la somma venga restituita.

Per la Nokia in Germania le campane suonano a morto. A boicottare i cellulari saranno anche alcuni ministri del governo.