ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Uribe riapre alla mediazione europea per liberare gli ostaggi delle Farc

Lettura in corso:

Uribe riapre alla mediazione europea per liberare gli ostaggi delle Farc

Dimensioni di testo Aa Aa

Francia, Spagna, Svizzera rientrano in gioco come mediatori fra il governo colombiano e le Farc. Mentre l’esercito di Bogota interviene per liberare due cittadini colombiani rapiti dai guerriglieri marxisti, il Presidente Alvaro Uribe, dopo aver sospeso per mesi la relazione con i tre Paesi europei, riapre la porta a una trattativa mediata dal Vecchio Continente. Lo scopo è giungere alla liberazione dei 43 ostaggi ancora nelle mani delle Forze Armate Rivoluzionarie. Una decisione che giunge insieme alla conferma del viaggio che questo fine settimana porta Uribe in Europa: a Parigi, l’incontro con il Presidente francese Nicolas Sarkozy.

Una decisione che s’accompagna inoltre ad un nuovo irrigidimento delle relazioni con il vicino Venezuela. Il Presidente Hugo Chavez ha infatti ottenuto l’appoggio dell’Assemblea Nazionale per chiedere alla Colombia che le Farc, che ancora tengono in ostaggio la franco-colombiana Ingrid Betancourt, siano riconosciute come una forza dello scenario politico colombiano e non più come gruppo terroristico.