ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Resta alta la guardia in Spagna dopo l'arresto di 14 presunti terroristi

Lettura in corso:

Resta alta la guardia in Spagna dopo l'arresto di 14 presunti terroristi

Dimensioni di testo Aa Aa

La Spagna resta in stato d’allerta, dopo lo smantellamento, ieri, di una cellula terrorista islamica. In serata la guardia civil ha perquisito una pasticceria vicina alla moschea dove il gruppo avrebbe tenuto le sue riunioni, a Barcellona. Gli agenti hanno condotto sul posto uno dei 14 fermati, forse il proprietario della pasticceria.

I sospetti, 12 pachistani e due indiani, sono stati arrestati sulla base di informazioni d’intelligence ottenute con la collaborazione di vari paesi. Sono state perquisite cinque abitazioni del quartiere popolare di Raval. Il ministro dell’interno Alfredo Perez Rubalcaba ha sottolineato la differenza di quest’operazione rispetto ad altre condotte in passato: il gruppo, ha detto, era ben organizzato e pronto a passare all’azione. “Le forze di sicurezza mantengono uno stato d’allerta permanente, come sapete, e questo lavoro è in buona parte il frutto di questo stato d’allerta, che ci permette di effettuare operazioni di questo tipo”.

La guardia civil ha trovato materiale per la fabbricazione d’esplosivi e sequestrato computer e altro materiale informatico.

L’operazione è stata lanciata alla vigilia del viaggio in Europa del presidente pachistano Pervez Musharraf, atteso a Bruxelles, Parigi, al Forum economico mondiale di Davos, e infine a Londra. I servizi segreti spagnoli hanno messo in guardia diversi paesi europei sul rischio di attentati in occasione di questa visita.