ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Si riaccendono le speranze di un accordo per la presidenza della repubblica libanese

Lettura in corso:

Si riaccendono le speranze di un accordo per la presidenza della repubblica libanese

Dimensioni di testo Aa Aa

Su un divano un leader filosiriano insieme al mediatore della Lega Araba, su un altro i libanesi antisiriani. Da questo incontro, avvenuto ieri a Beirut, si spera che esca un’intesa per eleggere finalmente il nuovo presidente della repubblica. Il segretario generale della Lega Araba Amr Moussa ci crede: “Il fatto che si sia raggiunto un accordo su una serie di punti mi rende ottimista. Ci sono buone speranze, anche se c‘è saranno necessarie ulteriori consultazioni per dirimere alcune altre questioni”.

Il posto di capo dello Stato che, secondo la Costituzione libanese spetta a un cristiano maronita, è vacante dalla fine di novembre.

Dopo ben 12 rinvii, il parlamento tenterà nuovamente di procedere a un’elezione lunedì.
Per risolvere la crisi politica la Lega araba propone un compromesso in tre punti: che venga eletto presidente l’attuale comandante in capo delle Forze armate Michel Suleiman, che si formi un governo di unità nazionale e si faccia una nuova legge elettorale.