Chiudere
Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?

Skip to main content

Tra tavoli di ping pong e tavole rotonde Gordon Brown cerca di attrarre maggiori investimenti cinesi in Gran Bretagna. Il premier britannico è arrivato a Pechino con un programma chiaro: fare del Regno Unito la prima destinazione mondiale degli investimenti cinesi.

Per questo insieme alla controparte cinese, il premier Wen Jiabao, è stata firmata una serie d’importanti accordi di partenariato tra i due paesi.

“Voglio che la Gran Bretagna – ha detto Brown – sia la destinazione numero uno per gli investimenti che la Cina fa nel mondo. E credo che questo nuovo livello di partenariato farà aumentare il livello di investimenti delle società cinesi in Gran Bretagna e farà aumentare gli scambi commerciali tra i nostri paesi”.

I due leader si sono detti d’accordo nel far aumentare del 50% entro il 2010 gli scambi commerciali portandoli a un valore di 40 miliardi di euro. I due paesi hanno inoltre firmato accordi di cooperazione commerciale e culturale per un totale di 550 milioni di euro.

A dar manforte alla partnership anglo-cinese ci ha pensato la borsa di Londra che ha inaugurato un ufficio operativo a Pechino. L’obiettivo è attrarre il più possibile di compagnie cinesi sul listino londinese.

Attualmente sono quindici le società cinesi che scambiano le proprie azioni alla borsa di Londra. Secondo il premier britannico Gordon Brown nei prossimi due anni il numero delle imprese cinesi quotate alla Borsa di Londra verrà raddoppiato.

Copyright © 2014 euronews