ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Riprendono gli scontri tra polizia e opposizione in Kenya, ancora vittime

Lettura in corso:

Riprendono gli scontri tra polizia e opposizione in Kenya, ancora vittime

Dimensioni di testo Aa Aa

Ancora un giorno di proteste contro la contestata rielezione del presidente keniano Mwai Kibaki, e ancora morti negli scontri tra la polizia e i manifestanti.

Incerto il bilancio delle vittime: sette, secondo il leader dell’opposizione Odinga, solo due per le autorità locali.

Oltre che a Nairobi e a Kisumu, incidenti si sono verificati anche a Eldoret, dove la polizia, inseguendo alcuni manifestanti che si erano rifugiati in un ospedale, ha finito per sparare granate lacrimogene fin dentro i locali del pronto soccorso. Secondo fonti ospedaliere, almeno una persona sarebbe rimasta ferita.

Nonostante le violenze, i dirigenti del Movimento Arancione per la Democrazia, hanno nuovamente invitato i cittadini a proseguire la protesta, iniziata alla fine di dicembre e costata finora più di 700 morti.

La situazione politica nel paese africano preoccupa il parlamento europeo, che ha approvato una risoluzione con cui si chiede il blocco degli aiuti al Kenya fino a quando non verranno ricontate le schede da parte di un organismo indipendente o, nel caso in cui questo non fosse possibile, non saranno indette nuove elezioni presidenziali.

Intanto, gli osservatori del Commonwealth hanno pubblicato il loro rapporto, che boccia le elezioni giudicate irregolari.