ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Londra denuncia "minacce" di Mosca e chiude anche la sede di Yekaterinenburg del British Council

Lettura in corso:

Londra denuncia "minacce" di Mosca e chiude anche la sede di Yekaterinenburg del British Council

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo aver chiuso la propria sede di San Pietroburgo, il British Council ha sospeso anche l’attività dei propri uffici di Yekaterinenburg. Londra punta l’indice sulle autorità russe, che sarebbero responsabili di non meglio definite “pressioni” sul personale.

Parlando alla Camera il ministro degli esteri britannico David Milliband ha accusato la Russia di aver impedito al British Council di operare senza nessun appiglio legale. “Non potendo prendere iniziative in base alla legge russa o al diritto internazionale hanno finito per ricorrere alle intimidazioni. Abbiamo visto cose del genere nella Guerra Fredda, ma questi sono tempi ormai alle nostre spalle”.

Per ora continua a funzionare la sede di Mosca del British Council. Nella capitale, malgrado il clamore che la vicenda ha suscitato all’estero, non sono molti coloro che si dichiarano allarmati.

“E’ tutta politica”, dice questo abitante della capitale. “E’ solo che le relazioni con Londra sono peggiorate… Comunque non credo che sia una crisi irreversibile… Prima o poi ne usciremo”.

La tensione tra Gran Bretagna e Russia era cominciata a crescere nel 2006, quando un ex agente segreto russo poi passato con l’opposizione, Alexander Livtinienko, venne avvelenato a Londra. Le autorità russe hanno sempre negato l’estradizione dei presunti responsabili.