ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il divieto di manifestare in Kenya non intimorisce i sostenitori dell'opposizione di Raila Odinga che sfidano le forze dell'ordine

Lettura in corso:

Il divieto di manifestare in Kenya non intimorisce i sostenitori dell'opposizione di Raila Odinga che sfidano le forze dell'ordine

Dimensioni di testo Aa Aa

A Kisumu, roccaforte del movimento democratico arancione, sono morte almeno due persone. Non soltanto spari a salve dunque, ma ad altezza d’uomo. Nella capitale Nairobi gli interventi della polizia sono stati meno muscolari: lacrimogeni e spari in aria per disperdere i dimostranti che cercavano di raggiungere il centro della città per dare seguito all’appello del leader dell’opposizione che ha promosso tre giorni di proteste e continua ad accusare il Presidente Mwai Kibaki di aver truccato le elezioni pur di venire riconfermato come capo di Stato.

Sul voto del ventisette dicembre è ormai netta anche la posizione degli Stati Uniti: l’ambasciatore statunitense in Kenya lo ha definito non trasparente e ha auspicato la formazione di un governo di coalizione.

Da fine dicembre almeno sei cento persone sono morte negli scontri con la polizia e nelle violenze inter-etniche. Oltre due cento cinquanta mila gli sfollati.