ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Berlino critica il piano UE contro i gas serra

Lettura in corso:

Berlino critica il piano UE contro i gas serra

Dimensioni di testo Aa Aa

La Germania teme che il piano dell’Unione europea contro i gasserra abbia conseguenze pesanti per l’economia tedesca. I cinque punti della nuova normativa sul clima che la Commissione europea presenterà mercoledi’ prossimo stabiliscono obiettivi individuali per ogni Paese per ottenere complessivamente una riduzione del 20% delle emissioni a effetto serra entro il 2020.
A preoccupare la Germania c‘è ad esempio il fatto che i Paesi dell’Europa occidentale, saranno invitati a fare sacrifici maggiori. Inoltre i permessi di inquinamento concessi dalle autorità pubblica alle imprese diventeranno tutti a pagamento.
Per il ministro dell’ambiente tedesco Sigmar Gabriel, “in un paese ricco come la Germania, non puo’ esserci penuria di energia e di combustibili, questo dev’essere lo scopo della nostra politica sull’energia e sul clima.”
La Commissione chiederà inoltre che il ricorso delle industrie a forme di energia rinnovabili, come l’eolico e il solare, aumenti dall’attuale 8,5% fino al 20%, un obiettivo guidicato insufficiente dalla Germania, all’avanguardia in questo campo.
Il presidente della Commissione José-Manuel Barroso osserva:” Sapevamo fin dall’inizio che trasformare l’Europa in una economia a basso impatto ambientale non era un compito facile, ma è il momento di essere seri, responsabili e coerenti con i nostri impegni.”
Imporre pero’ maggiori vincoli ai Paesi europei piu’ ricchi e lasciare piu’ libertà ad altri comporta un rischio: che le industrie dell’Europa occidentale siano invogliate a trasferire i loro stabilimenti ad est.