ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sua moglie ai domiciliari: si dimette il ministro della Giustizia italiano Mastella

Lettura in corso:

Sua moglie ai domiciliari: si dimette il ministro della Giustizia italiano Mastella

Dimensioni di testo Aa Aa

“Tra l’amore per la mia famiglia e il potere ho scelto il primo. Io, l’onnipotente Mastella, ho scelto il primo”. Con queste parole il ministro italiano della Giustizia, Clemente Mastella, ha annunciato davanti al parlamento le proprie dimissioni, dopo che sua moglie, Sandra Lonardo, presidente del Consiglio regionale della Campania, è stata posta agli arresti domiciliari con l’accusa di tentata concussione.

L’uscita di Mastella dall’esecutivo rende ora più difficile la vita al governo di centrosinistra di Romano Prodi, alle prese con una esile maggioranza soprattutto al Senato.

Appena si era diffusa la notizia del provvedimento a carico di Sandra Lonardo, Prodi aveva telefonato a Mastella per esprimergli una piena e incondizionata solidarietà. Solidarietà al ministro anche da parte delle forze politiche di maggioranza – dai comunisti ai democratici – e da quelle di opposizione.

L’inchiesta in cui è coinvolta Sandra Lonardo riguarderebbe una presunta attività di condizionamento dei giudici amministrativi.