ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Romney conquista il Michigan nelle primarie repubblicane, i democratici guardano a Nevada e Carolina del sud

Lettura in corso:

Romney conquista il Michigan nelle primarie repubblicane, i democratici guardano a Nevada e Carolina del sud

Dimensioni di testo Aa Aa

Palla al centro per le primarie in campo repubblicano. Mitt Romney ha incassato un’ampia e inaspettata vittoria in Michigan, lo Stato dove è nato e cresciuto e di cui il padre è stato governatore. Romney ha fatto campagna promettendo di risollevare l’industria automobilistica in crisi. La sua vittoria riapre i giochi nel partito dell’elefante.

“Questa notte segna l’inizio della rimonta, una rimonta per l’America”, ha commentato l’ex governatore del Massachussets conquistando per la prima volta uno Stato. Il milionario uomo d’affari si è imposto con novi punti di vantaggio su John McCain, candidato più moderato, e vincitore del caucus in New Hampshire. Il senatore dell’Arizona e veterano di guerra guarda ora alle prossime sfide e ha detto di non temere la lotta anche se è diventata più dura.

In Carolina del Sud, dove si vota sabato, Mccain è dato per favorito dai sondaggi, Romney al terzo posto e Mike Huckabee al secondo. Il pastore battista, rappresentante dell’ala conservatrice del partito, in Michigan è arrivato terzo conquistando l’elettorato evangelico. Uno Stato a testa dunque per i tre candidati mentre è andata male a Rudolph Giuliani: solo il 3 per cento dei voti per l’ex sindaco di New York.

Gli analisti sottolineano la mutevolezza delle intenzioni di voto e questo vale anche nei confronti dei democratici. Obama sta riducendo la distanza dalla grande favorita Hillary Clinton e gli ultimi sondaggi li danno testa a testa. Non ci saranno delegati del Michigan alla convenzione democratica, per i contrasti dovuti a scelte organizzative, i leader si preparano al confronto di sabato in Nevada e del 26 gennaio in Carolina del Sud.